domenica 20 settembre 2015

Rugby World Cup: due parole a caldo su Italia - Francia.

Parliamo al volo di Italia - Francia, per la seconda giornata della Rugby World Cup. Tiriamo fuori un paio di idee, così a caldo dopo la pessima performance azzurra.
32 a 10 non è una débâcle, di più!
Fosse la prima volta che incontriamo la Francia avrei circa potuto capire. Circa eh... Ciononostante questo non ci giustifica a perdere senza la minima dignità contro un avversario che a livello di gioco è stato a dir poco penoso.
Facile parlare male della squadra vincente, ma questa è la dura realtà: la Francia non gioca bene, gioca per far falli e sfruttarli per segnare punti ed in effetti 15 sono stati i punti francesi segnati nel primo tempo, su calci di punizione. Le due mete francesi, poi, sono state una doccia fredda e, in sostanza, hanno messo in discussione tutto il lavoro del ct Brunel.
Noi non arriveremo ai quarti, ma nemmeno la Francia. Poco ma sicuro. La scarsa qualità di gioco e la pochezza dei giocatori possono far vincere i Bleus contro avversari come noi, ma non saranno particolarmente efficaci contro team più esperti.
Anche se, in realtà, la cosa che mi fa incazzare di più è che questa è stata una sconfitta tale e quale a quella subita qualche mese fa, durante il 6 Nazioni.
Ma nonostante l'amarezza per la prestazione di scarsissima qualità, nonostante la mancanza di disciplina dei XV azzurri non possiamo permetterci di chinare il capo. Le prossime partite saranno dure, soprattutto quella contro l'Irlanda. Non per questo, però, ci dobbiamo permettere di lasciare soli i nostri ragazzi. FORZA AZZURRI, LA LOCANDA E I SUOI AVVENTORI SONO SEMPRE CON VOI! MAI PAURA!



Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento