mercoledì 22 ottobre 2014

30 Days of Simulators. Giorno 1: Recycle - Garbage Truck Simulator.

Periodicamente faccio incetta di titoli di un certo calibro. Ormai mi conoscete e sapete bene quali sono le mie passioni più grandi, ed i simulatori non fanno certo eccezione.
Ma che ci trovi in un simulatore di così tanto interessante??? Potreste chiedere voi.
Beh, che ci trovate voi di così interessante in un PES o in un FIFA? E in un Battlefield?
Semplicemente è passione. C'è chi ama fare delle passeggiate in montagna e chi ama giocare coi videogiochi. Tra i videogiocatori, poi, c'è chi preferisce titoli dell'orrore; mentre altri condividono con me la passione per i succitati. Che volete farci? Il mondo e vario ed anche noi ne facciamo parte.
Dunque, oggi parliamo di un videogame molto, ma molto simile ad un altro che avevo recensito tempo fa.

RECYCLE: Garbage Truck Simulator


Ormai lo sanno tutti che avere a che fare col pattume può essere un business davvero redditizio. Tanto per cambiare eccoci in una ridente cittadina (tedesca?), in cui ci sono più discariche che anime. Il nostro lavoro? Chiaramente raccogliere l'immondizia generata dai nostri cari concittadini e portarla nelle discariche o nei luoghi adibiti al recupero e/o smaltimento.
Come vi dicevo, avevamo già dato un'occhiata ad un titolo molto simile; ma Recycle cambia totalmente le carte in tavola, vediamo assieme perché.

Tra gestione e simulazione.
Nel semplice e già recensito Garbage Truck Simulator, noi non dovevamo fare altro che scegliere uno dei vari camion disponibili, accettare un lavoro, guidare, raccogliere e trasportare. That's it.
Fortunatamente Recycle supera l'impasse della noia automobilistica, consentendoci di andare un pochino oltre la semplice simulazione di raccolta e trasporto di monnezza.
Non appena verremo catapultati all'interno del magico mondo di RGTS, ci ritroveremo alla guida di un'anonimissima azienda di raccolta & smaltimento rifiuti. Senza arte, né parte, né camion dovremo metterci all'opera per aumentare il nostro risicatissimo budget iniziale di 50.000...uh...soldi. Già, non esiste una valuta, i guadagni verranno visualizzati in alto allo schermo, seguiti da un simbolo con delle monete. Forse veniamo pagati in dobloni di pirati e noi non lo sappiamo. Mistero.


Quindi, grazie a questa grazia (perdonate il gioco di parole), dovremo comperarci il primo camion della spazzatura, assumere i nostri primi due lavoranti (a 1000 dobloni di pirati al mese) e dovremo decidere anche quale percorso sbloccare e quando ritirare la spazzatura.
Già, perché se nel precedente GTS i lavori ci venivano presentati in una apposita lista, da cui dovevamo scegliere solo quello che ci più compiaceva, in RECYCLE le cose cambiano assai. Prima di passare all'atto pratico, dobbiamo comprare con quattrini sonanti le patenti per raccogliere il pattume in determinate zone; ma non solo! Dovremo anche provvedere all'acquisto dei cassonetti (grandi o piccoli), che i nostri cari concittadini provvederanno a riempire di merda.

Esempio: Zona Parco, costo del percorso 2000 dobloni pirati, totale cassonetti piazzabili 10. Noi dobbiamo comprare 10 cassonetti e assegnarli alla zona, il tutto grazie ad una semplicissima interfaccia di gioco.

In più saremo noi a decidere come e quando venire a ritirare la spazzatura. Sempre nell'interfaccia di gioco, potremo stabilire in quali giorni della settimana effettuare la raccolta, restando comunque nei tempi di lavoro che vanno dalle 9:00 alle 16:00 di tutti i giorni, Domeniche incluse. Il trucco è, ovviamente, spalmare la raccolta lungo tutta la settimana, così da non trovarsi giorni in cui abbiamo due o tre raccolte da concludere e altri in cui saremo in deposito a grattarci.
I soldini si guadagneranno ogni volta che svuoteremo uno dei due cassonetti disponibili (grande e piccolo), con una media di 0,60 dobloni pirati per ogni kg di immondizia. Coi cassonetti da 800 kg si arriva a guadagnare abbastanza bene, arrivando anche oltre ai 10.000 dobloni a percorso. Una volta completata la raccolta starà a noi decidere dove scaricare il tutto.
Infine i soldi duramente guadagnati potranno essere spesi per aumentare il nostro parco veicoli con mezzi più potenti, oppure comprando nuove strutture.


Investire i guadagni.
Bene o male, nel precedente GTS, il gioco terminava quando si riusciva a comprare almeno un altro deposito e un paio di camion della spazzatura in più. Poi diventava una noiosa ripetizione, volta ad accumulare solo capitale, senza la possibilità di spenderlo.
In RECYCLE si apre un ventaglio di possibilità mica male. In primis, ci sarà l'opportunità di acquistare delle proprietà, che verranno sbloccate avanzando di livello. Ma come si avanza di livello? Raccogliendo la monnezza.
Quali sono queste proprietà?
  • Discariche: all'inizio potremo accedere solamente alla gratuita discarica comunale; ma ben presto saranno accessibili ad un prezzo modico anche delle discariche private, in cui stivare il pattume. Di queste discariche saremo noi i responsabili; bisognerà mettere la spazzatura in ordine, pressarla ed evitare pericolosi accumuli che potrebbero crollarci addosso. Una volta riempita, poi, potremo decidere se caricare il contenuto sui camion per trasferirlo altrove o se vendere il tutto e trasformarla in area verde.
  • Inceneritore: il miglior modo di disfarsi della spazzatura in eccesso è bruciarla, giusto? Se poi bruciando si produce anche corrente, il guadagno aumenta.
  • Centro di riciclaggio: in RECYCLE ci saranno ben quattro tipi di spazzatura: organico, generico, plastica e carta. Mentre la spazzatura generica può essere stivata nelle discariche o mandata all'inceneritore, carta e plastica devono essere raccolte in particolari contenitori e portati al centro di riciclaggio.
  • Centrale a biogas: i rifiuti organici vanno raccolti con uno speciale camion verde, mentre il loro smaltimento potrà essere completato solo alla centrale. Grazie ai rifiuti organici potremo guadagnare dei soldi extra producendo biogas.
N.B. Le discariche di proprietà possiedono un loro parco auto necessario per tenere in ordine la spazzatura (Bulldozer, ruspa e camion per caricare i rifiuti). Le altre proprietà, invece, possono essere migliorate grazie a dei potenziamenti.


Un occhio al gameplay.
Ma, grazie al cielo, questo non è un gioco tutto gestione e poca simulazione. Direi un buon 30% gestione e 70% simulazione. I comandi di guida sono immediati e collaudati (tasti WASD o frecce), mentre la raccolta dai bidoni è stata semplificata grazie ad un'interfaccia semplicissima, che ci consentirà di dare gli ordini ai nostri pipottini premendo appositi pulsanti. La gestione del traffico è ottimale e l'AI non vi punirà in maniera estrema se infrangerete il codice della strada. Le multe saranno esigue, ma cercate comunque di essere rispettosi.
Tutto sommato, per essere il primo di una lunga serie di simulatori, niente di impegnativo; abbastanza longevo da farvi perdere un sacco di tempo sopra.

Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento