sabato 9 marzo 2013

Scusi dov'è Mordor? Guida pratica per i viandanti della Terra di Mezzo: la Geografia.

Dopo essermi sparato, in serie, tutti e tre i film del Signore degli Anelli (versione integrale) e lo Hobbit per ben due volte (argh!) ecco, cari i miei Avventori, una minimale-minimal guida su come cavarsela in mezzo alla complessa geografia tolkeniana che riguarda esclusivamente la Terra di Mezzo.

Partiamo con calma, dall'ABC. Vai con la Geografia.

Allora, innanzitutto, il mondo in cui vengono ambientati i racconti si chiama Arda che sarebbe l'equivalente della nostra Terra.
La Terra di Mezzo è solo una delle tante terre emerse che occupano Arda, quindi, niente di eccezionale.

La Carta della Terra di Mezzo

Allora, qual è il problema principale? Che a volte i posti vengono nominati secondo la lingua corrente, mentre altre volte usano i nomi elfici. Anyway, fatta questa distinzione ci si ritrova abbastanza, basta tener presente questi pochi concetti:

- Dove vivono i cattivi: Non si sa come mai tolkien ce l'avesse con chi abitava nelle zone a sud e ad est, ma nell'universo suo, lì ci abitavano gli uomini malvagi, come i corsari a Umbar (sud lungo la costa), e gli uomini provenienti dall'Harad, da Rhun e, ovviamente gli Orchi di Mordor. Insomma tutto ciò che stava oltre il Grande Fiume (l'Anduin), era da guardare con sospetto. L'Anduin è il fiume che divide in due parti circa uguali la Terra di Mezzo. A Mordor ci abitano i cattivoni, tra cui Sauron, nella sua torre di Barad-dur, e i Nazgul, nella città di Minas Morgul. 
Barad-dur fu distrutta durante la battaglia dell'Ultima Alleanza, quando a Sauron fu tolto l'anello per mano di Isildur, figlio di Elendil, Re di Gondor (che giri), ma venne ricostruita non appena il caro buon vecchio Nemico tornò a casuccia, ai piedi del vulcano noto come Monte Fato. Minas Morgul, un tempo era una città di Gondor, costruita ai piedi della Terra Oscura per vigilare sulle attività del Nemico. Tuttavia i Nazgul la assediarono e la conquistarono, ribattezzandola Minas Morgul (Torre della Stregoneria). Esiste un altro posto preferito dai cattivi che è Dol-Guldur, ma ne parliamo dopo.
Orchi e Goblin, non solo vivono a Mordor, ma anche sugli Erenbrulli e, soprattutto, sulle infide Montagne Nebbiose (la grande catena montuosa centrale); anche Troll e Giganti vivono lì. Di draghi non ce ne sono, o almeno non così tanti come si pensava.

Tipica goliardia orchesca...

- Dove vivono i buoni: ovviamente dove non ci sono i cattivi, no? Comunque, facciamo una bella distinzione, partendo dagli Elfi. Gli Elfi, che stanno piano piano abbandonando la Terra di Mezzo per tornare ad Ovest, dove li aspettano gli Ainur (gli déi dell'universo di Tolkien), si possono trovare un po' ovunque, specialmente nei boschi. Luoghi di residenza fissa per gli Elfi sono la Valle di Gran Burrone (Imladris), dove Elrond il Mezzelfo (o l'agente Smith, per intenderci) risiede e dove si trova l'Ultima Casa Accogliente. A Lothlorien si trova dama Galadriel, una delle più grandi regine degli Elfi, reame antico quanto Andreotti (un po' di più forse), poco più a sud di Bosco Atro. Anche a Bosco Atro ci vivono gli Elfi Silvani, che non sono imparentati con la signorina Silvani di Fantozzi, ma sono gli Elfi dei Boschi. Lì ci vive Thranduil, il papà di Legolas. Sì, proprio quel Legolas. I Nani vivono soprattutto nelle regioni montagnose, dove hanno le loro profonde miniere; indi si possono trovare sui Colli Ferrosi, sui Monti Azzurri, a Erebor (cioè la Montagna solitaria) prima di essere cacciati da un drago, per poi farvi ritorno, ed infine sulle Montagne Nebbiose, qui avevano un'immensa miniera fortezza, molto bella e assai gettonata, nota come Moria (Kazhad-dum in nanico) che, purtroppo cadde in rovina, si tentò di riconquistarla, ma non fu più possibile. Gli Uomini vivono un po' ovunque, specialmente a Rhoan, a Gondor, che fu la prima terra raggiunta dagli uomini dell'Ovest; ma anche nell'Eriador, specialmente a Brea. Troviamo qualche insediamento di Uomini anche ad Est delle Montagne Nebbiose, come Dale (distrutta dalla furia di Smaug), ricostruita come Pontelagolungo. Una volta gli Uomini abitavano l'Arnor, ma a seguito della guerra con i Re Stregoni di Angmar, Fornost, la capitale del regno degli Uomin a Nord, fu distrutta e cadde in rovina. Così solo Rhoan e Gondor costituiscono gli unici grandi regni umani ai tempi della narrazione.

Tanto love per Dama Galadirel

- E gli Hobbit? Stando all'autore, la storia degli Hobbit è piuttosto complessa. Alcuni antenati degli Hobbit varcarono persino le Montagne Nebbiose spingendosi ad Est. In sostanza, la maggior parte di essi risiede nella Contea, cioè in quel fazzoletto di terra composta da quattro decumani, delimitati dal Brandivino ad Est e a Sud, a Nord - Ovest dal Luhun e a Est dagli Ered Luin.

Ora, questi sono i pochissimi concetti da tenere bene presente; fatto questo abbiamo gli strumenti di base per capire come e quando si sono svolti gli eventi di tutti e quattro i libri (e, per chi non volesse leggerli, dei film). Vi ho detto anche che avrei parlato di Dol-Guldur, ma perché farlo ora? La prossima volta cari amici. Qua ci scappa un bel ciclo di post sul mondo di Tolkien, sono troppo soddisfatto di sta cosa. Appuntamento a sabato prossimo con gli itinerari che sono stati seguiti nei libri/film dai viaggiatori. A presto cari Avventori!
Giusto per lasciarvi così, vi piazzo un bel brano della colonna sonora del Signore degli Anelli di Peter Jackson.



Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento