sabato 30 marzo 2013

Scusi dov'è Mordor? Guida pratica per i viandanti della Terra di Mezzo: i Lughi (Parte II)

Bentornati cari Avventori, dunque settimana scorsa abbiamo saltato la seconda parte del nostro appuntamento a base Signore degli Anelli per ovvi motivi, ma non temete; eccoci di nuovo e continuiamo con la nostra carrellata sui luoghi simbolo della celeberrima trilogia cartacea e cinematografica.
Oggi si parla dei luoghi del Male.

Barad-Dur


Sarebbe assurdo non parlare dei luoghi del Male senza tirare in ballo la Torre Oscura, questa è la casetta di Sauron, da dove progettava le sue simpatiche scampagnate per tutta la Terra di Mezzo. Fu costruita a Mordor, poi distrutta durante la battaglia dell'Ultima Alleanza e poi ricostruita. Inutile dirvi che il posto brulicava di Orchi e di altre creature malvagie. Barad Dur ospitò anche Gollum per un certo tempo, lì venne torturato finché non comunicò il nome di colui che era in possesso dell'Unico Anello.

Monte Fato


Monte Fato è il luogo fisico in cui fu forgiato l'Unico Anello, qui Sauron infuse parte della sua essenza del metallo prezioso che suggellò tale malefica e terribile azione. Sam e Frodo arrivarono fin dentro le viscere del vulcano per distruggere l'Unico, poiché solo il fuoco del vulcano avrebbe potuto scalfirlo.

Orthanc


Orthanc era un'antica roccaforte costruita dagli uomini scappati da Numénor durante la caduta della stessa. Poi venne occupata da Saruman lo Stregone Bianco (che prima era buono, ma poi decise che essere cattivi faceva più figo) , il quale vi trovò uno dei palantìr. Saruman fu corrotto dalla brama di possedere l'Unico per sostituirsi a Sauron stesso. Fondò un esercito di Uruk-Hai per stroncare la resistenza degli uomini in Rhoan, ma l'esercito venne sconfitto al fosso di Helm e Orthanc distrutta da un'invasione di Ent provenienti dalla foresta vicina. Saruman morì poco dopo la sua sconfitta, rinchiuso ad Orthanc assieme al suo servitore Grima Vermilinguo.

Minas Morgul


Minas Morgul era la vecchia Minas Ithil, quando fu conquistata dai Nazgul le venne dato il nome di Minas Morgul, cioè Torre della Negromanzia. Questa è la base dei Cavalieri Neri, dove risiede anche il Re degli Stregoni di Angmar, uno dei più fidati servitori di Sauron ed il capo dei Nazgul. Da Minas Morgul partì un contingente di Orchi che conquistò Osgiliath. Quando Sauron fu sconfitto, Minas Morgul venne demolita e i campi attorno ad essa incendiati.

Cirith Ungol


Cirith Ungol era una roccaforte a guardia di una delle entrate per Mordor. Qui venne trasportato Frodo dopo che fu trovato avvelenato dagli Orchi di pattuglia. Poco dopo verrà tratto in salvo da Sam, che seppe sfruttare una rissa per intrufolarsi.

Tana di Shelob


La tana di questo ragno gigante era collocata in alto al passo della Valle di Morgul, secondo Gollum questo era uno dei modi per entrare a Mordor senza attirare troppa attenzione. Shelob era un enorme Ragno, probabilmente un discendente di Ungoliant, che si installò in quella profonda galleria, tendendo imboscate a qualunque essere nei paraggi (anche gli Orchi). Frodo e Sam affronteranno Shelob mutilandola e scampando dalle sue venefiche grinfie.

Cancelli del Morannon (Cancello Nero)


Si tratta di un complesso di fortificazioni sorvegliate, poste all'ingresso di Mordor. Il Nero Cancello era un'enorme struttura che veniva aperta per far entrare o uscire le truppe di Mordor e i suoi alleati. Compare brevemente nella trasposizione cinematografica quando Sam e Frodo tentano per la prima volta il loro ingresso a Mordor. Una più ampia comparsa la ottiene durante l'ultima battaglia, in cui i sopravvissuti dell'assedio di Minas Tirith raggiungono le porte di Mordor per dar battaglia e distrarre, così, il nemico.

Dol Guldur


Dol Guldur era una delle tante fortezze di Sauron, qui si rifugiò durante i fatti antecedenti alla Guerra dell'Anello, ovvero quando il Signor Bilbo Baggins e la Compagnia di Nani era in viaggio per Erebor. In realtà non si sa esattamente chi presidiava la fortezza, poi rinominato Negromante. Esistono diverse interpretazioni, alcuni dicono che fosse lo spirito di Sauron, che vi si rifugiò prima di tornare a Mordor; altri sostengono si trattasse del luogotenente di Sauron: il Re degli Stregoni di Angmar. 
Nella trasposizione cinematografica pare si tratti di Sauron, ma nello Hobbit non si chiarirà mai questo punto.
Dol Guldur è situata nella foresta di Bosco Atro, ora invasa da ragni giganti e crudeli.

Questi sono grossomodo i luoghi chiave che erano in mano al Male. In realtà, per una trattazione più completa, dovrei fare riferimento ai vari insediamenti di Orchi lungo le Montagne Nebbiose (Moria), della calata dei Troll dagli Erenbrulli e delle poplazioni dell'Harad e di Rhun; ma poiché essi vengono solo nominati nelle trilogie, non voglio addentrarmi per perdermi in inezie. Per ulteriori informazioni vi consiglio di leggere il Silmarillion. Ah, se vi siete persi le puntate precedenti, potete Rovistare nelle etichette se volete; qualora foste pigri, invece, qui trovate il post che parla della Geografia della Terra di Mezzo e qui la Prima Parte dell'argomento di questo post.

Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento