mercoledì 27 marzo 2013

30 Days Movie Challenge. Giorno 12: Un film del tuo regista meno preferito.

Oggi è Mercoledì? Sì? Allora è il giorno del 30 Days Movie Challenge! Accomodatevi, che vi servo subito cari Avventori!
Ordunque, prima di cominciare volevo fare un paio di annunci.
Annuncio numero 1, ieri mia cugina ha dato alla luce uno splendido maschietto di nome Jago, che saluto con tanto affetto, assieme alla sua famiglia. Secondo annuncio, oggi Martedì 27 compie gli anni il mio amico Symo, unitevi a me nel fargli gli auguri alla maniera del Sergente Maggiore Hartman:


Ora passiamo a noi...al film del mio regista meno amato, cioè quel simpaticone di Joel Schumacher.

Giorno 12 - Il film del tuo regista meno amato: Batman & Robin.


Titolo: Batman & Robin
Titolo originale: Batman & Robin
Regia: Joel Schumacher
Durata: 120 min.
Anno: 1997
Genere: Azione
Cast: George Clooney, Uma Thurman, Arnold Schwarzenegger, Chris O'Donnel, Alicia Silverstone.

Trama: altra super-avventura per l'Uomo Pipistrello e il suo compare, che questa volta si vedranno costretti ad affrontare due villain d'eccezione Mr Freeze e Poison Ivy, i quali hanno tutta l'intenzione di seminare il panico a Gotham City.


Parliamone: ma che vi devo dire? Che vi devo dire? No no, non vi dico nulla...no, devo, no non posso. Sigh...e va bene...
Premessa, non sono mai stato un grande fan dell'uomo pipistrello. Ciò è anche dovuto a questo film, presumo, e al fatto che io non credevo particolarmente nei supereroi. Detto questo, procediamo.
Ora, ce ne sarebbero di cose da dire, tipo cose volgari; ma visto che sono una persona educata e non voglio insozzare questo blog con del turpiloquio, cercherò di trattenermi.
Dovete sapere che Batman & Robin è il seguito uscito male di Batman Forever; vedete, il problema non è che è stato girato da persone incompetenti (Oddio...non saprei), il vero problema consiste nell'intenzione dichiarata fin da subito di rendere il personaggio di Batman ancora più pacchiano, o meglio " commerciale ".
Vero è che se vuoi rendere commerciale una cosa devi essere disposto a prostituirti, ma c'è un limite anche nell'indecenza e questo film oltrepassa questi limiti per scadere nel ridicolo. Ma andiamo per punti, che sennò mi perdo via come al solito.

Punto numero 1: George Clooney.
Ora, in realtà abbiamo visto George Clooney in parti migliori, tipo il Dr Ross in ER, o in L'uomo che fissava le capre. Questa è stata una delle sue prime interpretazioni e, senza alcun dubbio, posso affermare che di Bruce Wayne/Batman il caro Clooney ha solo il fascino del milionario, that's all. Di conseguenza è inutile descrivervi quanto sia stato davvero imbarazzante vederlo recitare con una maschera addosso e l'ombretto, mentre manteneva la stessa faccia da "Ian-Solo-Intrappolato-Nella-Grafite"...oddio anche nel resto del film non è che abbia assistito a queste grandi performance di recitazione...

Punto numero 2: i Costumi.
Ok, non sono un fan dei supereroi in senso stretto, però diciamo che so cosa aspettarmi da uno di loro. Oltre magari ad avere poteri eccezionali, mi aspetto un costume figo...non un ammasso di PVC colorato e argentato...


Costumi a cui, peraltro, sono stati aggiunti degli inutili, inutilissimi e ridicoli capezzoli di plastica (sì anche a Batgirl).

Capezzolini piccini picciò e significativa espressione hurr durr di Clooney
Senza contare la risibile forma dei muscoli addominali dei nostri supereroi, roba che nemmeno i peggio fotoshoppati hanno...aaaaaah la magia dei magnifici anni 90.

Punto numero 3: Mr Freeze.
Ok, ci vuoi mettere un cattivone che non riesce a sopravvivere a temperature superiori allo zero assoluto, che trasforma tutto in ghiaccio col suo fichissimo cannone di plastica rubato direttamente dalla fabbrica dei Polaretti, ok che lo vuoi caratterizzare, passi anche il fatto che rubi a destra e a manca per trovare una cura per la sua dolce metà ammalata gravemente e mantenuta in criostasi (a onor del vero, non è nemmeno una brutta idea), ma dico io: Arnold Schwarzenegger come Mr Freeze? Seriously!?!?

Sì, proprio lui
Personaggio a cui sono stati affibbiati dialoghi imbarazzanti, banali e battutine che hanno come effetto collaterale quello di scatenare un pianto isterico, che alla Warner hanno interpretato maldestramente come una risata...giusto per farvi capire meglio:


Punto numero 4: la Carta di Credito di Batman.
Bruce Wayne è ricco, Bruce Wayne è Batman, allora Batman è ricco (certo, altrimenti non si potrebbe permettere tutti i gadgettini fichissimi che usa contro i cattivoni di turno). Però a Gotham non sanno che Wayne = Batman, forse perché sono tutti miopi, o sono stupidi, o tutte e due le cose, però la scena in cui per far colpo sulla "bella" Poison Ivy (Thurman) Batman sfodera la sua carta di credito con il suo nome ed il suo simbolo sopra, è davvero ridicola, peggio deprimente ("Mai uscire senza")...e poi chiaramente a Gotham City intestano carte di credito a uno che si chiama Batman, magari fa pure Batman di cognome? Mio Dio, che disagio.

Punto numero 5: Poison Ivy e Ban...eeerrrr...volevo dire Flagello.
Altra coppia di villains che sosterrà il gelataio magico con il vizio per l'azoto liquido (vedi Mr Freeze), la Thurman interpreta una sinuosa e ammiccante Poison Ivy, con le sue curve da urlo coperte un po' qua ed un po' là da edera velenosa, tanto chissenefrega? I veleni peggiori non l'hanno accoppata al tempo dell'incidente, figurati se l'accoppano ora che è Poison Ivy. Vabbé...volevo dire che in realtà c'era di meglio, molto meglio di Uma Thurman...


Che poi c'è pure Bane, o Flagello. Che non è lo stesso Bane della trilogia di Nolan:

Oh God, why?
Ma è un panzone, iperpompato con seri ritardi mentali, che fa da schiavetto a Poison Ivy per tutte le 2 ore di film e non rompe nemmeno la schiena a Batman (tra l'altro...). Voi che siete più informati di me converrete che non si tratta del vero Bane, del maniaco psicopatico che ha spezzato la schiena a Batman per davvero:


Sicché è una cosa bruttina, verdastra, con tante venuzze...insomma uno schifo inguardabile...


Insomma, avete capito no?

Che poi a voler ben vedere ci sono anche quelle stronzate tutte tipiche dei magnifici 90, come gli effetti speciali orrendi, i bat-veicoli tamarrati et similia. Come anche il discorso di Bat Girl che non è Barbara Gordon, ma fa nulla (sì lo so, non sono un esperto però vi faccio i paragoni...mi informo eh!) Batman & Robin è stato pensato per essere quel che è, cioè un cumulo di pattume. Concludendo posso facilmente dedurre che la sceneggiatura sia stata scritta durante una delle tante fatiche intestinali dei criminali che hanno partecipato a questo scempio, che hanno osato chiamare film.

Matt -Il Locandiere

1 commento:

  1. Che dire? Non posso altro che commentare ringraziandoti per gli auguri e dire che è stato un post spassosissimo :) anche se ti sei dimenticato di dire un dettagli importante, la ciliegina sulla torta dimmerda che è sto film... il cameo del futuro LIONEL LUTHOR!

    RispondiElimina