domenica 20 gennaio 2013

EDIZIONE STRAORDINARIA. I menù del Locandiere.

Bentornati cari avventori! Non mi aspettavate eh? Ebbene, eccomi qui.

Oggi mi sono alzato decisamente di buon umore, così ho deciso di mettermi ai fornelli per cucinare qualcosina di diverso dal solito e, perchè no?, condividere con vuoi qualche ricettina niente male (niente di pretenzioso si intende), tanto più o meno tutti parlano di cucina, lo fanno anche la Parodi e la Clerici (che non mi pare siano degli chef diplomati), quindi perchè non posso farlo anche io ogni tanto?

No, non preoccupatevi, non è mai morto nessuno assaggiando i miei piatti, quindi potete andare tranquilli. Pronti? Mettiamoci ai fornelli!

No, non cercherò di farvi comprare dei coltelli...

Oggi si cucina...

Passatelli in Brodo

Questo è uno di quei tipici piatti che si fanno quando fuori fa freddo e si ha voglia di qualcosa che scaldi le budella ben bene. Un piatto semplice, gustoso, da Locanda proprio. Pronti? Allacciatevi i grembiuli che iniziamo.


Per il Brodo...

Ingredienti:
  1. Un pezzo di muscolo di carne di manzo (io lo preferisco), in alternativa si può usare anche il pollo o la carne che più vi aggrada.
  2. Verdura mista, io consiglio: pomodori, sedano, porro, una cipolla (con la buccia se volete colorare il brodo), una patata.
  3. Uno o due spicchi di aglio.
  4. Un rametto di salvia.
Mettete in una pentola acqua fredda e salvia e la mettete sul fuoco, quando bolle mettete le verdure pulite nell'acqua, poi mettete la carne, abbassate il fornello al minimo e lasciate andare. Io personalmente rimuovo il grasso con una schiumarola quando si forma in superficie. Una volta pronto il brodo filtratelo con un colino. Io non lo utilizzo direttamente per fare i passatelli, ma lo allungo un po', così risulta meno forte.

Per i Passatelli...

Ingredienti:

  1. 150 g di Parmigiano Reggiano.
  2. 50 g di pan grattato.
  3. 1 cucchiaio di farina bianca.
  4. 2 uova.
  5. noce moscata e sale quanto basta.
In una terrina unite il parmigiano, il pan grattato, la farina e le uova e iniziate a unire il composto, aggiustate di sale e mettete la noce moscata a seconda dei vostri gusti. Amalgamate bene l'impasto fino ad ottenere un composto bello sodo, se è troppo molle aggiungete del pan grattato fino a ottenere la giusta consistenza (deve essere malleabile, ma non vi si deve appiccicare dappertutto). Per i fare i passatelli ci sono due modi:
a) Usate un tritacarne a manovella, con i buchi più larghi, così da ottenere come dei vermicelli fatti con l'impasto.
b) In alternativa potete usare uno schiacciapatate coi buchi grandi, inserite l'impasto nello schiacciapatate e lavorate di muscoli, ogni tanto tagliate l'impasto che fuoriesce per non creare delle strisce chilometriche.

Mettete i passatelli su un vassoio o, se avete il brodo già pronto, buttateli direttamente in pentola e, in pochi minuti, verranno a galla, a quel punto saranno cotti. Serviteli fumanti assieme al brodo e gustatevi un bel piatto bollente quando fuori c'è un tempo da lupi.

Impo! In tempi di crisi non si butta via niente, le verdure e la carne che avete usato per il brodo vanno mangiate, perchè fanno molto bene. La carne può essere fatta a pezzettini e condita con dei sottaceti vari, oppure può essere gustata con della buona mostarda, se siete amanti del genere.

Matt - Il Locandiere

Nessun commento:

Posta un commento